NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa e gestione dei cookies

Questo sito web non utilizza alcun cookie di profilazione, ma soltanto cookies tecnici e cookies analitici.

I cookies e loro suddivisione

I cookies sono piccoli files di testo che i siti web visitati dall’utente inviano al suo terminale – computer, laptop, tablet, smartphone, etc. – dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente.

Cookies tecnici

Questi cookies sono volti a mantenere adeguato il funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per altri scopi.
I cookies tecnici utilizzati da questo sito sono i seguenti:

  • cookies analitici: sono cookies che raccolgono informazioni sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito, ad esempio informazioni su quali pagine o sezioni di pagine vengono maggiormente visualizzate e da quali pagine si ricevono segnalazioni di malfunzionamenti. Le informazioni vengono raccolte in forma anonima.

Tutti questi cookies vengono abilitati in automatico.

Google Analytics

Questo sito utilizza lo strumento di analisi delle statistiche Google Analytics fornito da Google Inc. (“Google”). Tale servizio utilizza i "cookies" per raccogliere ed analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito web (compreso l'indirizzo IP dell'utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per i nostri operatori riguardanti le attività sul sito web stesso. Questo sito web non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione.
Per consultare l’informativa privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, La preghiamo di visitare http://www.google.com/intl/en/analytics/privacyoverview.html.
Si può impedire a Google il rilevamento di un cookies che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en.

Gestione dei cookie

Chi naviga il sito può decidere di disabilitare i cookies impostando il proprio browser di navigazione.
Per sapere come disabilitare i cookie nel proprio browser, rimandiamo alle guide ufficiali di ciascun browser reperibili sul web.

 Programmazione annuale 2016

Associazione Organicantum- Musica e Cultura

Ritmiche dell’esistenza

 

L’anno 2015/2016 è per il comune di Grinzane Cavour un anno di ricorrenze importanti per la storia della propria comunità. Ricorre innanzitutto il centesimo anniversario dell’attuale toponomastica: dal 1916 rende infatti omaggio allo statista risorgimentale Camillo Benso conte di Cavour, che di Grinzane fu sindaco per diciassette anni (dal maggio 1832 al febbraio 1849).

E’ altresì il centesimo anniversario della morte del primo caduto nella guerra mondiale del ’15-’18: un periodo triste e una ferita riaperta nel secondo conflitto mondiale, il cui sangue bagnò il vissuto di tante nostre famiglie.

Il 1916 fu anche l’anno della morte dell’artista Paolo Gaidano. Già ritrattista di Casa Savoia, per numerose chiese del Piemonte realizzò poi importanti affreschi. Tra queste, la chiesa parrocchiale di Grinzane, che ospita nella cupola centrale il grande affresco della Madonna del Carmelo. Nell'anno 1900 eseguì i pannelli per il Padiglione italiano delle Industrie e delle Arti decorative per l'Esposizione Universale di Parigi. Sue tele sono conservate anche nella Chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme.

Dopo il riconoscimento ottenuto dai nostri territori con l’inserimento nel patrimonio UNESCO, si moltiplicano le iniziative e gli eventi volti a farne conoscere non solo la ricchezza paesaggistica e naturale, ma anche l’alto valore culturale, le tappe e i momenti salienti della storia di comunità che con il proprio territorio sono cresciute e si sono formate, in risonanza empatica con esso. Tante ricorrenze, tante occasioni per celebrare la propria storia, le tappe che ne hanno costituito il vissuto e che in-segnano il ritmo dell’esistenza della nostra comunità.

L’associazione Organicantum-Musica e Cultura vuole dare il proprio contributo organizzando una serie di eventi legati tra di loro dall’alto profilo culturale per celebrare con spirito di profonda coscienza della propria memoria comunitaria.

Ogni comunità vive del respiro dei ritmi della propria esistenza: andare e riandare all’originario fondante, a ciò che ha dato origine e senso al proprio riunirsi e diventare comunità. E’ questo il senso del titolo della programmazione 2016 di Organicantum: “Ritmiche dell’esistenza”.

Da sempre la nostra associazione è impegnata sul versante del sacro in musica, con attenzione particolare alla musica liturgicain stretta collaborazione con l'Ufficio liturgico diocesano. Dire liturgia è dire rito. Il rito non è una riserva esclusiva del mondo del sacro, tantomeno confessionale, ma un’esigenza dell’uomo, della comunità, che nel celebrare ri-conosce le proprie origini e il proprio senso.

La programmazione annuale propone una serie di eventi, musicali e culturali, che si muove tra sacro e 'profano'.

Inizieremo con la musica, linguaggio particolarmente significativo, sabato 28 maggio 2016, alle ore 21, presso la chiesa parrocchiale di Gallo Grinzane con il concerto della Corale Carignanese, diretta dal M° Ettore Galvani. Uno dei cori più rinomati nel canto popolare, che si è distinto nella sua lunga carriera per la presentazione di un repertorio che, con attenzione etnomusicologica, ripropone le tappe più importanti dello sviluppo umano e storico piemontese e italiano. Il concerto sarà totalmente incentrato sulle tappe della musica del periodo dalla nascita dell’Italia, sino al 1945, il periodo storico più significativo per la nostra formazione e la nostra costituzione come popolo.

Sarà posta attenzione alla promozione di momenti musicali presso la parrocchiale di Grinzane Cavour. Un modo per far vivere la chiesa parrocchiale splendidamente affrescata dal Gaidano con variopinti momenti musicali gratuitamente aperti al pubblico promuovendo le proprie straordinarie bellezze storiche, artistiche, culturali, paesaggistiche di cui Grinzane Cavour gode. Concerti, musicisti, strumentisti, coristi, solisti, su repertori sacri e classici del tesoro della musica dei grandi maestri.

Ogni comunità sente l’impulso a ricordare, a ritornare alle origini. Ma qual è il senso del celebrare? Perché una comunità sente quasi il ‘dovere di celebrare’ la propria storia, la propria cultura, facendo vivere e costruendo tradizione e tradizioni, ri-andando a ciò che riconosce nel tempo come l’originario fondante del proprio esistere, dando vita ad un ritmo culturale e ancorpiù rituale che è esso stesso il respiro di quel popolo? In che modo il rito/celebrazione riesce ad unire profano e sacro, custodendo tratti di sacralità anche in una storia che pare orami irrimediabilmente secolarizzata? Sarà questo il tema del secondo significativo appuntamento, giovedì 22 settembre 2016, presso il Seminario Vescovile di Alba (Cn), per una conferenza incontro con il Professor don Roberto Tagliaferri, dal titolo “Celebrare perché? Sul senso del rito”. Docente di teologia presso l’Istituto di Liturgia Pastorale di Santa Giustina a Padova, Tagliaferri si è distinto negli anni per la accurata ricerca nel campo del rito e dei suoi linguaggi. Una delle sue ultime pubblicazioni, “Ritmo”, edito nella collana ‘Parole allo specchio’, per Edzioni Messaggero Padova, presenta con tratti dal saggistico al poetico il senso profondo delle ritmiche dell’esistenza.

Domenica 4 settembre 2016, in occasione della festa del paese, presso la distilleria Montanaro di Gallo Grinzane, sarà la volta della IV edizione della rassegna di canto popolare Distillato di voci. Sarà l’occasione per rivivere storie, racconti e vissuti cantati, di emozioni e narrazioni che il canto popolare celebra e fa risuonare nel tempo, mantenendo intatto il patrimonio della tradizione.

Giovedì 17 novembre 2016, la domanda sul senso del celebrare tornerà a toccare specificamente il campo del sacro, con un appuntamento con Don Simone Unere, liturgista, direttore dell'IDILIM di Asti, su Musica sacra liturgica: esperienze e orizzonti". Sarà un’occasione preziosa per confrontarci sul tema della musica sacra nella liturgia con riferimento alle scelte e all’esperienza dell’istituto astigiano fondato nel 2009 e della loro esperienza di diocesanità corale. Sarà una vera opportunità di scambio tra diocesi per crescere nel lavoro ecclesiale di costruzione di percorsi nella musica liturgica.

Domenica 27 novembre 2016, a completare il percorso si terrà il concerto del Coro della Diocesi di Asti, diretto da Manuela Avidano, alle ore 16.30 presso la parrocchiale di Gallo. Tema del concerto: IL BUON PASTORE, dal Proprio della IV Domenica di Pasqua/Anno C, composto dal M° Daniele Ferretti, che accompagnerà il coro al grande organo Sandri di Gallo.

Mercoledì 4 gennaio 2017, alle ore 21 presso la chiea parrocchiale di Grinzane Cavour, si terrà il concerto su musiche natalizie del coro Organicantum e del Coro San Lorenzo della Cattedrale di Alba (diretto da Edward Corino).

I momenti di riflessione sulla musica sacra proseguiranno mercoledì 22 febbraio 2017, alle ore 21 presso il Seminario Vescovile di Alba, con l'incontro con il Preside dell’Istituto di Liturgia Pastorale di Santa Giustina (Padova), il prof. don Luigi Girardi. Docente di Teologia della Liturgia, si occupa da tempo della musica liturgica nella sua relazione profonda con la multimedialità del rito. I suoi interventi e saggi presenti in molte pubblicazioni costituiscono preziosi approfondimenti pionieristici nella riflessione attuale sulla  musica per la liturgia. La conferenza, in occasione dell'apertura del secondo semestre degli anni accademici degli atenei e delle scuole di musica, verterà sul tema:  ”Musica e liturgia: quali sviluppi per la musica ‘sacra’ oggi”.

 

 

Il pres. Edoardo Marengo