NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa e gestione dei cookies

Questo sito web non utilizza alcun cookie di profilazione, ma soltanto cookies tecnici e cookies analitici.

I cookies e loro suddivisione

I cookies sono piccoli files di testo che i siti web visitati dall’utente inviano al suo terminale – computer, laptop, tablet, smartphone, etc. – dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente.

Cookies tecnici

Questi cookies sono volti a mantenere adeguato il funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per altri scopi.
I cookies tecnici utilizzati da questo sito sono i seguenti:

  • cookies analitici: sono cookies che raccolgono informazioni sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito, ad esempio informazioni su quali pagine o sezioni di pagine vengono maggiormente visualizzate e da quali pagine si ricevono segnalazioni di malfunzionamenti. Le informazioni vengono raccolte in forma anonima.

Tutti questi cookies vengono abilitati in automatico.

Google Analytics

Questo sito utilizza lo strumento di analisi delle statistiche Google Analytics fornito da Google Inc. (“Google”). Tale servizio utilizza i "cookies" per raccogliere ed analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito web (compreso l'indirizzo IP dell'utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per i nostri operatori riguardanti le attività sul sito web stesso. Questo sito web non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione.
Per consultare l’informativa privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, La preghiamo di visitare http://www.google.com/intl/en/analytics/privacyoverview.html.
Si può impedire a Google il rilevamento di un cookies che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l'elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en.

Gestione dei cookie

Chi naviga il sito può decidere di disabilitare i cookies impostando il proprio browser di navigazione.
Per sapere come disabilitare i cookie nel proprio browser, rimandiamo alle guide ufficiali di ciascun browser reperibili sul web.

ORGANO “PIERO SANDRI”

Chiesa Parrocchiale “N. S. della Salute”

Fraz. Vaccheria di Guarene (CN)

 

 

DESCRIZIONE

L’organo a canne della Chiesa Parrocchiale “N. S. della Salute” di Vaccheria di Guarene (CN) ha una travagliata storia itinerante. Le parti che lo compongono, infatti, provengono da uno strumento ben più grande che fu dismesso per la costruzione di un organo a trasmissione meccanica. Per questa ragione, onde far posto ad uno strumento di più moderna concezione, la Basilica di Gallarate (VA), cedette a diverse comunità le parti di un grandioso strumento a tre tastiere della ditta Balbiani Vegezzi-Bossi di Milano. Di queste, un corpo corrispondente al “Recitativo Espressivo” (terza tastiera), suddiviso in due parti speculari, dopo alcuni anni di utilizzo in un’altra sede, fu acquistato nel 2001 dalla comunità di Vaccheria.

Le componenti recuperate si presentavano di fattura eterogenea e appartenete a periodi costruttivi diversi; il materiale fonico, anch’esso in parte disomogeneo e prevalentemente di misura stretta, richiedeva per il nuovo concetto sonoro modifiche e integrazioni, finalizzate all’inserimento e alle esigenze acustiche della chiesa. Nelle fasi di progettazione, pur trattandosi di un ceppo limitato ad una parte definita di un preesistente organo, ci si è voluti orientare ad una interpretazione ed elaborazione del materiale disponibile, con l’obiettivo di ottenere uno strumento completo: l’intero impianto fonico è stato ripensato soprattutto in funzione delle esigenze liturgiche, mirando all’accostamento musicalmente valido, ad un ampio repertorio organistico in contemplazione delle esigenze di accompagnamento e, non per ultimo, a risorse coloristiche dettagliate necessarie a favorire l’improvvisazione nel contesto celebrativo e concertistico. Mancando in chiesa un luogo adatto a collocare il nuovo organo, i lavori hanno comportato la costruzione di una struttura atta a sorreggere lo strumento, pensata quale elemento funzionale e di artistico inserimento architettonico. La tribuna, infatti, raccoglie in sé riferimenti musicali stilizzati, quali i righi del pentagramma ed i piroli degli strumenti ad arco. L’assemblaggio globale delle parti all’interno di un grande mobile chiamato cassa è stato studiato al fine di sfruttare al meglio lo spazio disponibile, tenendo in considerazione le esigenze di diffusione acustica del materiale sonoro e le necessità di accesso alle varie componenti per la manutenzione ordinaria dello strumento. Tale cassa è stata realizzata con montanti e traverse in abete massiccio. Le linee estetiche della facciata dell’organo rappresentano le sezioni componenti lo strumento, delle quali sono mostrate le canne di metallo maggiori: le torri del Pedale, a lato, delimitate dalle lesene, il Grand’Organo (I tastiera) nella parte centrale; a quest’ultimo si sovrappone, nella sommità della cassa, l’organo Recitativo Espressivo (II tastiera), seppur non risulti visibile dall’esterno. Il sistema di trasmissione di tastiere, pedaliera, registri, staffe, pistoncini e pedaletti è gestito da un centralino elettronico appositamente realizzato per il nuovo organo. I somieri principali sono di tipo elettropneumatico con valvole coniche a canali per registro, i somieri ausiliari sono realizzati a valvole per singola canna con cave di trasporto.

Il corpo d’organo più importante è detto GRAND’ORGANO e si riferisce alla prima tastiera. Il suo fondamento è il Principale 8’, registro caratteristico dell’organo la cui voce neutra, un poco flautata ma con vena mordente e cantabile, non imita alcuno strumento orchestrale. Su questo registro si poggia la piramide tipica dell’organo con l’Ottava 4’ coronata da una Mistura di tipo transalpino, adatta a favorire la polifonia. L’insieme di questa famiglia, denominato plenum, presenta brillantezza e solennità. Un ulteriore sfondo grave e al tempo stesso delicato è apportato dal Bordone 16’, che effonde pienezza al plenum. Tra i registri imitativi nel Grand’Organo si trovano flauti di diversa fattura e carattere: il Flauto a Camino 8’ (con il tipico coperchio sovrastato dal camino), adatto all’accompagnamento di melodie delicate; il Flauto Dolce 4’, in parte tappato e in parte conico, si amalgama bene col precedente schiarendone il carattere; infine l’Ottavino Armonico 2’ (con canne di lunghezza doppia dal Fa#19) che, nella sua veste romantica, imita l’omonimo orchestrale. Squillantezza e potenza sono conferite dai registri ad ancia: la Tromba 8’ con risuonatori in stagno conserva un carattere antico, cantabile, composto e chiaro; la Tuba 8’, grazie ad una pressione di alimentazione superiore, racchiude in sé qualità solistiche, maestosità e potenza.

La seconda tastiera permette di azionare l’ORGANO RECITATIVO - ESPRESSIVO. Esso è racchiuso in un vano dotato di ante, la cui apertura da parte dell’organista permette di variare l’intensità del suono. Il Bordone 8’ (costituito da canne tappate), dal carattere pieno e un poco scuro, insieme al Flauto Armonico 4’ forma la base di questo corpo; unendo ai precedenti Nazardo 2 2/3’ e Terza 1 3/5’ si forma il “Cornetto”, particolare registro solistico composto. La medesima base con l’aggiunta del Principale 2’ e del Pienino 2/3’ a 2 file, consente invece di dialogare con il plenum della prima tastiera. Viola 8’ e Voce Celeste 8’ conferiscono all’organo un tocco tipicamente romantico, evocando gli strumenti ad arco. La famiglia delle ance è rappresentata nell’Organo Recitativo Espressivo dall’Oboe 8’, voce solista dal sentore un po’ malinconico, adatto ai cantabili e all’uso accordale unito ai fondi. La Tuba 8’ è utilizzabile indipendentemente anche sul II manuale. Il Tremolo meccanico, agendo tramite impulsi sulla stabilità dell’aria, apporta un leggero effetto di vibrato ai registri della cassa espressiva.

I suoni più gravi, sostegno armonico dell’intero strumento, sono emessi dalle grandi canne del PEDALE. La robustezza di Principale 16’ (le cui canne superano i 5 metri di altezza) e Basso 8’ sono sostegno di sonorità forti, mentre i vellutati Subbasso 16’ e Bordone 8’ si prestano alle esigenze di accompagnamento. L’avvolgente Acustico 32’ (ottenuto per combinazione acustica) pone un inusuale accento alla gravità dell’organo. Il Flauto Solista 4’ riveste caratteristiche di intensità utili per la realizzazione del cantus firmus al pedale. Infine il cospicuo coro di ance, costituito da Trombone 16’, Tromba 8’ e Clarone 4’, permette di far risaltare i passaggi suonati alla pedaliera imponendosi anche sul fortissimo dell’intero organo.

Piero Sandri
Organaro diplomato presso la “Berufschule für Musikinstrumentenbauer” di Ludwigsburg
(Stoccarda - Germania)

 

 

 

SCHEDA TECNICA E DISPOSIZIONE FONICA

 

Consolle: 2 tastiere di 61 note, pedaliera di 32 note

Registri: 29, di cui 21 reali e 8 ottenuti per trasmissione/prolungamento; Canne: 1436

Pressioni (misurate in colonna d’acqua):
60 mm (Grand’Organo), 72 mm (Organo Recitativo - Espressivo), 80 mm (Pedale)

Altezza del suono: La = 440 Hz a 20 °C

Accordatura: Temperamento equabile

GRAND’ORGANO (I Tastiera)
Bordone 16’
Principale 8’
Flauto a camino 8’     
Viola 8’
Ottava 4’       
Flauto dolce 4’          
Ottavino armonico 2’
Mistura (4f) 1 1/3’
Tromba 8’
Tuba 8’
Unione II/I
Grave II/I

ORGANO RECITATIVO - ESPRESSIVO (II Tastiera)
Bordone 8’
Viola 8’
Voce celeste 8’
Flauto armonico 4’
Nazardo 2 2/3’
Principale 2’
Terza 1 3/5’
Pienino (2f) 2/3’
Oboe 8’
Tuba 8’
Tremolo

PEDALE
Acustico 32’
Principale 16’
Subbasso 16’
Basso 8’
Bordone 8’
Violoncello 8’
Flauto solista 4’
Trombone 16’
Tromba 8’
Clarone 4’
Unione I/P
Unione II/P

 

Piero Sandri

 

Itinera Organi - cd del M° Mauro Cossu registrato sull'organo Sandri di Vaccheria

Registrazione a cura di Claudio Petto

Il cd è disponibile presso l'associazione Musicanto di Guarene (Cn)


(contatti anche tramite Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

 

All'organo il M° Mauro Cossu esegue l'Allegro del Concerto del Sig. Vivaldi, appropriato all'organo

di J.G.Walther (1684-1748)